Articoli dell'autore: Staff cooperativa

Cava dè Tirreni , asilo nido comunale

Pubblicato da Staff cooperativa il 03/11/2017

In un clima allegro e festoso, con il corollario di genitori, bambini ed operatrici, si è svolto questa mattina, presso l’asilo nido comunale di via Carillo a Cava de’Tirreni, la cerimonia di inaugurazione dei servizi socio – educativi per la Prima Infanzia,promossi dal Piano di Zona Ambito S2, finanziati prevalentemente dal Piano di Azione e Coesione Infanzia – Autorità di gestione – Ministero dell’Interno.

Il piano prevedeva l’incremento dei posti disponibili nei servizi per i bambini da zero a tre anni così da assicurare il sostegno del ruolo genitoriale e la conciliazione dei tempi di lavoro.

Alla cerimonia erano presenti il sindaco Vincenzo Servalli e l’assessore alle Politiche Sociali Enrico Bastolla del Comune di Cava de’Tirreni – ente capofila dell’Ambito S2, Elena Silvestri, presidente della Cooperativa Città della luna.

“Oggi inauguriamo quello che rappresenta un fiore all’occhiello ed un momento di orgoglio nei servizi comunali. Il mio ringraziamento- ha affermato il sindaco Vincenzo Servalli- va tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto. Quando si tratta di servizi resi ai bambini l’aspettativa dell’eccellenza è quella a cui aspirare e questa è una struttura di grande servizio e di grande qualità”.

A breve, presso la scuola dell’Infanzia di via S. Maria del Rovo, vi sarà l’apertura del servizio di ludoteca che permetterà, senza la somministrazione dei pasti, la permanenza dei bambini per quattro ore al giorno in modo che anche le madri non lavoratrici potranno fruire di un aiuto quotidiano.

articolo scritto da : #ulisseonline

Leggi tutto...

Incontro di sensibilizzazione e informazione

Pubblicato da Staff cooperativa il 03/11/2017

“E’ dura trovarsi a essere soli, sai. Penso che un buon tutore sia qualcuno che ti capisce e che ti ascolta. Che non pensa a te solo come a un rifugiato o a qualcuno che viene da un altro paese. Il tutore è qualcuno che veramente ti vede come una persona che ha bisogno di 
aiuto e che ha bisogno di essere protetto” 
Cit. Minore non accompagnato, Slovenia

Vi aspettiamo il 13 Novembre alle ore 16.30 sala MAVI Lacedonia

Leggi tutto...

Inaugurazione Servizio di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR ) per Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA)

Pubblicato da Staff cooperativa il 25/09/2017

Il Comune di Lacedonia (Ente Titolare del Progetto) e la Cooperativa Sociale la Città della Luna (Ente Gestore) sono lieti di presentare il Servizio di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) per Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA), che ha sede presso la Comunità di Seconda Accoglienza “Sorella Luna Fratello Sole” in Lacedonia.

Il Comune di Lacedonia ha aderito alla rete Ministeriale del Sistema SPRAR gestita dal Servizio Centrale e guidato dall’ANCI, rispondendo ad una esigenza ormai strutturale del fenomeno migratorio del nostro Paese, e non più emergenziale. In particolare, l’accoglienza rivolta ai MSNA è sembrata quanto mai prioritaria nel quadro generale della composizione dei flussi in Italia negli ultimi anni.

In relazione all’analisi dei flussi migratori del 2016, l’UHNCR evidenzia che su 181.000 persone, tra uomini, donne, e minori, i minori stranieri non accompagnati hanno rappresentato il 14,2% di tutti gli arrivi via mare. Sono 25.846 in totale i minori stranieri non accompagnati sbarcati sulle nostre coste nel 2016. Essi costituiscono il 92% del totale dei minori sbarcati, la maggior parte provenienti dall’Africa prevalentemente di nazionalità eritrea, gambiana e nigeriana.

In linea con gli obiettivi  delineati nel DM 10 Agosto 2016, il Servizio SPRAR per MSNA di Lacedonia prevede l’accoglienza di 16 MSNA di età compresa tra i 16 e i 18 anni richiedenti asilo e non richiedenti asilo di sesso maschile, provenienti da Centri di Prima Accoglienza Ministeriali distribuiti sul territorio nazionale.

 

Obiettivo prioritario del Servizio affidato alla gestione della Cooperativa “La Città della Luna” è favorire un’accoglienza integrata dei giovani accolti sul territorio che supera la mera assistenza materiale prevedendo per ciascun minore attività di informazione, orientamento, sostegno e accompagnamento finalizzate alla costruzione di percorsi individualizzati utili alla riconquista dell’autonomia personale, sociale ed economica. La riconquista dell’autonomia individuale viene intesa, dunque, come una effettiva emancipazione dal bisogno espresso di ricevere assistenza. Un modello di accoglienza che si configura, dunque, come un modello di “accoglienza emancipante”.

 

Il Servizio, di tipo residenziale, garantisce un’accoglienza di tipo familiare il cui intervento educativo è favorito dalla presenza di operatori qualificati ed esperti che guidano il minore in un percorso di crescita dell’identità personale e sociale favorendone la progressiva responsabilizzazione e autonomia.

 

L’Equipe multi-disciplinare che accompagna i Msna è formata da: 1 Coordinatore, 1 Supervisore Psico-pedagogico, 1Psicologa/a, 1 Educatore referente, 2 Educatori, 1 Mediatore linguistico culturale, 1 Insegnate di Lingua L1/L2, 1Operatore Legale; 1 Assistente Legale; 1 Operatore Sociale, 2 Responsabili Amministrativi.

In particolare i servizi garantiti dal Comune di Lacedonia e dall’Ente Gestore del Progetto SPRAR sono: Assistenza materiale; Mediazione linguistica culturale; Orientamento e accesso ai servizi del territorio (es. iscrizione anagrafica, iscrizione al SSN, inserimento scolastico, integrazione con le realtà associative e ludiche del territorio); Formazione e riqualificazione professionale; Orientamento e accompagnamento all’inserimento lavorativo (tirocini, borse lavoro); Orientamento all’inserimento abitativo; Orientamento e accompagnamento all’inserimento sociale; Orientamento, accompagnamento e tutela legale; Tutela psico-socio-sanitaria (sostegno psicologico individuale; assistenza sanitaria).

La riuscita di un simile intervento non può prescindere dal lavoro quotidiano in rete con le Istituzioni Pubbliche, private e dell’Associazionismo del territorio. Un lavoro attivo e già in essere dal 2015, anno di avvio della Comunità “Casa Figli di Dio”, Centro di Prima Accoglienza FAMI, destinato all’accoglienza temporanea (max 60gg)  di 8 MSNA, provenienti da eventi di sbarco.

Si auspica la continuità e il rafforzarsi delle sinergie con tutti gli attori Istituzionali coinvolti e si ringrazia per la collaborazione attiva : la Prefettura di Avellino, la Questura di Avellino; la Procura della Repubblica presso il Tribunale per  Minori di Napoli; l’Asl di Avellino e i Distretti territoriali competenti; il Consorzio dei Servizi Sociali Alta Irpinia, il Tribunale Ordinario di Avellino – Ufficio Giudice Tutelare ; l’Istituto Scolastico Omnicomprensivo “F. De Sanctis” di Lacedonia; Il CPIA di Avellino e tutte le Organizzazioni di Volontariato e dell’Associazionismo presenti sul territorio del Comune di Lacedonia.

 

Programma Inaugurazione

Ore 11,00        Celebrazione Santa Messa presso Concattedrale S. Maria Assunta in cielo

                          officiata da Sua Eccellenza Monsignore Sergio Melillo

Ore 12.15        Intervento Musicale a cura della Banda U. Giordano di Lacedonia

Ore 12.30        Inaugurazione e Benedizione della Comunità

                          Presentazione Sindaco di Lacedonia Avv. Antonio di Conza

                          Benedizione Sua Eccellenza Monsignore Sergio Melillo Vescovo della

                          Diocesi di Ariano - Lacedonia                  

                          Intervengono

                          Dott.ssa Maria Tirone Prefetto di Avellino

                          Dott. Stefano Farina Presidente Consorzio Servizi Sociali Alta Irpinia

                          Dott.ssa Palma Elena Silvestri Presidente Coop. Sociale “La Città della Luna”                                   

 

  Ore 13.30   Brunch 

  Ore 15,30   Mostra di pittura, laboratori musicali e attività ricreative a cura di

                       Maestro di musica Emidio Onorato 

                       ANSPI di Lacedonia

                       ARALIM gruppo etno-musicale

                       con la partecipazione attiva dei minori stranieri non accompagnati ospiti

                       dello S.P.R.A.R. e del Centro di Prima Accoglienza - Comunità Alloggio

                       “Casa Figli di Dio” di Lacedonia

 VI ASPETTIAMO! 

 

Leggi tutto...

Servizi Educativi Integrativi a.s. 2017/2018

Pubblicato da Staff cooperativa il 05/09/2017

 

Nell’ambito dei Servizi alla Famiglia offerti dalla Cooperativa, i Servizi Educativi Integrativi rispondono a particolari esigenze che sono proprie dell’organizzazione quotidiana e di conciliazione dei “tempi di vita” di ciascun componente il nucleo familiare.

Le sempre più apprezzabili richieste di Servizi per l’infanzia appaiono dettate non solo da nuove esigenze di organizzazione familiare, legate al tema della conciliazione tempi di vita-tempi di lavoro, ma si configurano anche come vere e proprie scelte educative, alle quali rispondere con una qualità dell’offerta pedagogica.

La centralità della famiglia nell’educazione dei figli, in quanto struttura primaria per la crescita e la sicurezza del bambino, richiede ai servizi educativi anche un ruolo di accompagnamento e di sostegno delle funzioni genitoriali, finalizzato alla promozione di contesti familiari attenti ai bisogni dell’infanzia, alla formazione dei genitori sui compiti educativi e di cura, alla condivisione di modelli pedagogici, intrecciando dialoghi di reciprocità ed alleanze tra le famiglie, per costruire una rete di relazioni e di sostegno. - “Un servizio che pone al centrola famiglia è un servizio che dà un’attenzione in più al bambino, mentre una comunitàche si preoccupa del ben-essere dei bambini è una comunità in cui mette radici unacultura orientata verso il futuro”.

La flessibilità del mercato del lavoro impone alle famiglie nuovi scenari, ai quali rispondere attraverso un’analisi dei bisogni e lo sviluppo di Servizi integrativi, anche di natura sperimentale.

L’orientamento culturale e pedagogico dei Servizi che vengono proposti mette al centro il “bambino” in quanto soggetto attivo portatore di risorse e di bisogni, in costante interazione con il contesto fisico e sociale in cui è inserito. In tale ottica, è indispensabile focalizzare l’attenzione sulla qualità della relazione, sul riconoscimento dell’unicità di ciascun bambino e quindi favorire la creazione di un ambiente  accogliente e stimolante in cui sia garantita la sicurezza e lo sviluppo dell’autonomia.

 

Dall’osservazione partecipata, svolta nell’ambito dei diversi Servizi, il nostro percorso educativo si declina attraverso l’esperienza del fare montessoriano: “guardo, esploro e così facendo apprendo davvero!!” In tale ottica, risiede l’offerta di stimoli costantemente rinnovati, un crescendo di esperienze nuove, ispirate all’approccio psicopedagogico di Vygotskij, ovvero verso la zona di sviluppo prossimale.

 

 

Obiettivi

Obbiettivo generale degli interventi è quello di favorire il ben-essere  socio-psico-sociale del bambino e dei genitori attraverso attività pedagogiche mirate che favoriscono prioritariamente la gestione armonica dei tempi di vita (lavoro, tempo libero) sia del bambino sia dei genitori.

In tale ottica, fondamentale diviene da un lato promuovere il diritto allo studio del bambino facilitando l’accesso e la frequenza alle attività didattiche proprie della Scuola, dall’altro offrire “reti di sostegno” qualificate e competenti alle famiglie che siano in grado di favorire una continuità educativa nei diversi Servizi offerti, coerente con i bisogni specifici di ciascun nucleo familiare.

 Pertanto nell’ambito dei servizi offerti si intendono perseguire i seguenti obiettivi specifici

§  favorire l’integrazione dei tempi di vita di genitori, bambini e Scuola in modo armonioso;

§  migliorare la qualità della vita di genitori e bambini nell’assolvimento delle personali responsabilità quotidiane;

§  favorire una proficua collaborazione tra Scuola, Famiglia e Agenzie del territorio in risposta alle esigenze  che sono proprie dell’età dell’infanzia;

§  favorire un adeguato sviluppo psico-sociale del bambino;

§  garantire la continuità educativa;

§  favorire la costruzione di “reti di sostegno” competenti in risposta ai bisogni specifici di ciascun nucleo familiare.

*    Destinatari

Bambini della Scuola Primaria di primo e secondo grado di età compresa tra i 5 e 13 anni.

Su richiesta delle famiglie è possibile offrire, inoltre,  Interventi di Assistenza Educativa Scolastica come previsto dalla Legislazione vigente in materia, e interventi integrativi pomeridiani in accompagnamento a bambini diversamente abili.

 

*    Metodologia di intervento

La metodologia di intervento adottata nello sviluppo delle diverse attività  si fonda su alcuni fattori  fondamentali nelle azioni di sostegno alla genitorialità che prevedono anche servizi di conciliazione. L’attenzione alle esigenze delle singole famiglie e del singolo bambino, in questo caso,  non possono prescindere da

  • lavoro di e in rete con i genitori e la Scuola sin dalle fasi di programmazione degli interventi;
  • continuità educativa: in ciascun Servizio l’Educatore assume un ruolo di rifermento significativo per il bambinooltre che di sostegno e assistenza.
  • rispetto degli standard di qualità: competenza ed efficienza, il giusto rapporto tra numero di bambini e numero di Educatori favorisce il buon andamento delle attività previste;
  • formazione/collaborazione permanente con Enti Specializzati nell’area Infanzia.

 

Gli strumenti previsti sono:

ü  Incontri programmati con Dirigente Scolastico e Insegnante Referente per l’organizzazione, realizzazione e andamento delle attività interne alla Scuola;

ü  Incontri con le famiglia per l’analisi delle richieste e definizione dei pacchetti personalizzati;

ü  Incontri settimanali di Equipe con gli Educatori per verifica andamento delle attività svolte;

ü  Formazione interna ed esterna: partecipazione a Seminari, Convegni e percorsi formativi di approfondimento Area Infanzia e Adolescenza degli Educatori;

ü  Supervisione mensile con Psicologo/Psicoterapeuta sulle attività e/o eventuali problematiche rilevate.

 

*    Tipologia Servizi 

In base alle peculiari esigenze dei genitori, del bambino ed dalle Convenzioni stipulate con la Scuola di riferimento è possibile attivare i seguenti Servizi Educativi Integrativi:

Servizio di Pre e Post  Accoglienza .I servizi rispondono all’esigenza dei genitori di conciliare tempi  lavorativi dei genitori con gli orari di apertura e chiusura della Scuola. Tale tempo sarà utilizzato per coinvolgere i bambini in attività ludico-ricreative e di socializzazione.

Servizio Extra – Scolastico. Il Servizio prevede l’accompagnamento dei bambini nello svolgimento dei compiti scolastici. In base alle peculiari caratteristiche e/o bisogni di ciascun bambino, l’accompagnamento didattico si integra con quello pedagogico individualizzato.

Su richiesta dei genitori si prevedono inoltre:

- corso di lingua inglese;

- corso di teatro;

Negli istituti scolastici in cui è previsto l’orario curriculare dal lunedì al venerdì (settimana corta) è possibile attivare il servizio anche il Sabato mattina, in base alle richieste e/o esigenze provenienti dai genitori e dall’Istituto che ne fa richiesta.

 Servizio Inter - Scuola . Assistenza educativa durante la refezione scolastica. Gli educatori avranno cura di assistere i bambini durante il pasto per poi accompagnare gli stessi nello svolgimento dei compiti al pomeriggio. Il Servizio mensa è a carico dei genitori e segue le procedure amministrative previste dal Comune di riferimento per l’accesso al Servizio.

Assistenza  Educativa scolastica. In casi di particolari disagi individuali da parte di alcuni alunni (comportamentali e/o di apprendimento) i genitori possono fare richiesta di Assistente educativo scolastico. In stretta collaborazione con il Dirigente scolastico e gli insegnanti referenti viene definito un “progetto individualizzato” finalizzato a sostenere l’alunno nei suoi specifici bisogni. Gli aspetti amministrativi sono regolati dalle normative vigenti in materia di Assistenza Educativa Scolastica tra la Cooperativa e la famiglia che riceve il Servizio.

Alle famiglie si offrono, inoltre, i seguenti Servizi aggiuntivi:

Campi Estivi.Organizzazione di attività extra-scolastiche nel periodo delle vacanze estive.

1. Possibilità di utilizzare gli spazi della Scuola per attività ludico-ricreative per i più piccoli: R-estate con noi al nido (3 mesi - 5 anni) in accordo con la Scuola e il Comune di riferimento.

2. Colonie estive al mare e/o piscina.

Le colonie vengono effettuate mediante convenzione con lido balneare o struttura alberghiera  e prevedono: trasporto, pasti, laboratori ludico/ricreativi, compiti per le vacanze, corsi di lingua, giornate a tema con i genitori.

3. Escursioni in montagna. Riscoperta del territorio e delle sue bellezze archeologiche e non solo, itinerari tra i sentieri del territorio in collaborazione con guide esperte.

Car Baby.Accompagnamento nelle attività quotidiane dei bambini e/o delle famiglie : scuola, palestre, catechismo,  visite mediche, impegni pomeridiani.

Servizio di Baby SittingNei giorni feriali e festivi è possibile richiedere il servizio a domicilio con orari flessibili e rispondenti alle esigenze della famiglia.

 

*    Equipe  socio-educativa

Le figure professionali impegnate nello svolgimento delle attività dei Servizi Educativi Integrativi sono Educatori Professionali con comprovata esperienza nell’ambito dei Servizi all’infanzia.

In particolare l’organizzazione dei Servizi si avvale di una equipe socio-educativa formata da:

 

Coordinatore

Educatori Professionali

Psicologo Supervisore

Segreteria organizzativa

 

*    Schede Attività - Pacchetti

 

In riferimento alle peculiari esigenze delle famiglie e delle richieste dell’Istituto Scolastico in cui vengono proposte le attività dei Servizi Educativi Integrativi sarà possibile costruire specifici pacchetti ad hoc.

Leggi tutto...

R Estate con Noi BABY

Pubblicato da Staff cooperativa il 20/06/2017

La Coop. “La Citta’ della Luna” e’ lieta di annunciarvi l’apertura del nuovo servizio estivo “R.Estate con Noi…!”. Trattasi di un servizio educativo e sociale d’interesse pubblico,aperto a tutti i bambini in eta’ compresa tra i 3 ed i 5 anni.

Il Centro Estivo è per i bambini un luogo di aggregazione e di svago; deve pertanto garantire, nel rispetto di regole di buona educazione e sana convivenza, un clima adatto al divertimento e al gioco, al riposo dalle fatiche scolastiche e all’allenamento della fantasia e della creatività, alla socializzazione e alla crescita reciproca. Si è quindi cercato di creare una metodologia coinvolgente ed entusiasmante proponendo progetti ludico – didattici per l’organizzazione di attività di intrattenimento dopo la chiusura delle scuole.

Il Centro Estivo, si connota come un'esperienza dove non mancano attività e proposte divertenti e, contemporaneamente, si cerca di seguire i ritmi fisiologici di tutti, utenti e personale. È un’iniziativa sociale per le famiglie che lavorano, perché riesce a coniugare l’esigenza di impegnare i figli durante le vacanze scolastiche estive, con un’offerta di servizi efficienti, convenienti, coinvolgenti e formativi .Le attività proposte al Centro Estivo mirano a stimolare tutti i canali di comunicazione dei bambini attraverso la valorizzazione di tutte le forme espressive ( laboratori teatrali, attività ludico-motorie, laboratori di attività artistico - espressive, etc).  Le finalità educative, sociali e culturali del nostro progetto hanno l’obbiettivo di regalare ai bambini momenti di svago, divertimento ed esperienze formative, che diano la consapevolezza del rispetto dei compagni, degli adulti e dell’ambiente. Le attività proposte al Centro Estivo avranno come principale obbiettivo quello di far trascorrere ai partecipanti una vera e propria vacanza all’insegna dell’allegria e del rispetto delle reali esigenze dei bambini.

 

GIORNATA TIPO :

Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 7.30 alle ore 16.30 

 

07:30 - 09:30 Accoglienza dei bambini

L’accoglienza e l’uscita significano per il bambino il “lasciare e ritrovare”, riconoscendo in queste parole il valore dei rapporti e delle relazioni del bambino con i genitori. Le educatrici nel momento dell’accoglienza cercano di rendere il distacco il più sereno possibile, momento di coccole e gioco libero nell’attesa che arrivino gli altri bambini.

 

09:30 - 10:00  Merenda

I bambini si riuniscono e si siedono insieme alle educatrici,momento gioioso e divertente prima di iniziare le attivita’.

 

10:00 Fare la pipì

 

10:20 – 11:00 Attività strutturate (laboratori)

Le attività proposte sono finalizzate a stimolare nuove capacità di apprendimento mediante l’utilizzo di giochi e materiali adatti alla loro età: attività manipolative, creative, espressive, psicomotorie.

 

11:00 – 11:30 Igiene

Dopo il momento ludico ci si reca in bagno per lavare le manine per prepararsi alla pappa.

 

11:30 – 12:15 Pranzo

Durante il pranzo e’ necessaria un’atmosfera tranquilla,l’educatrice sta seduta con loro per tutto il tempo che occorre; Organizzare  il pasto significa rispettare i tempi dei bambini: i loro bisogni di esplorazione del cibo e le possibilità di comunicazione verbale che si instaurano in questi momenti, ad esempio durante il pasto il bambino esplora il cibo e, con la guida dell’educatrice, impara ad usare le posate e il bicchiere, acquisendo nuove conoscenze e sempre maggiore autonomia.

 

12.15 Igiene e cure personali

 

13:00 Prima uscita: dopo l’eventuale uscita di alcuni bambini,ha inizio il momento del relax. Il momento del relax sarà garantito dalla lettura di qualche favola o da racconti .

 

15:00 Merenda

 

16:00 – 16:30  Uscita

I bambini giocheranno liberamente in attesa del ricongiungimento dei genitori.

      ATTIVITA’ SETTIMANALE DEI LABORATORI

 

Laboratorio Grafico-Pittorico        

L’espressione artistica è un’occasione per comunicare le proprie emozioni agli altri ed esprimersi in piena autonomia. E’ necessario dare la possibilità ai bambini di farlo liberamente utilizzando vari materiali (pennelli, spugne…) e colori (a dita, a cera,pastelli …).

Laboratorio Cake-Design       

Fin dai primissimi anni di vita é bene stimolare la creatività nei bambini attraverso attività semplici che li mettono in contatto con il mondo che li circonda. Le attività tattili sono utilissime per far prendere coscienza ai piccoli della consistenza, delle forme, della materia. 

Ingrediente fondamentale per lo sviluppo della creatività è la curiosità e la voglia di scoprire, la pasta di zucchero è perfetta per la manipolazione, è morbida, si può colorare, ovviamente atossica e commestibile. 

Sotto la guida di un’esperta con piccoli stumenti , quali per esempio il matterello,i bambini si divertiranno a decorare dei biscotti o cupcake. A fine laboratorio ogni bambino porterà a casa le proprie creazioni per gustarli in tutta rilassatezza! 

 

 

Laboratorio Psico-Motorio      

Questa attività serve per sviluppare le abilità motorie,percettive,sociali e linguistiche del bambino.Attraverso il movimento guidato (salire-scendere-strisciare-entrare-uscire-aprire-chiudere…) i bambini scoprono ed esercitano le potenzialità e le abilità del proprio corpo;favoriscono il coordinamento motorio per uno sviluppo equilibrato della fisicità,utilizzando il corpo come fonte di relazione ed espressione,imparano a rispettare le regole del fare e dello stare insieme attraverso giochi di gruppo.

Laboratorio Manipolativo-Creativo                                                                     

L'esperienza teatrale, intesa in questa fascia di età come gioco di finzione, permette al bambino di potenziare la propria creatività, di sviluppare capacità di attenzione e concentrazione, di valorizzare espressività mimica e linguistica, di avere maggiore consapevolezza e padronanza di sé e del proprio corpo, in un contesto che favorisce l'interazione e la socializzazione con i compagni e con gli adulti. Nel gioco simbolico il bambino riproduce esperienze della propria vita. Soprattutto intorno ai 2 anni, il "far finta di" favorisce uno    sviluppo cognitivo e linguistico, ed il potenziamento di abilità pre-logiche. 

Laboratorio sull’Acqua  

L'acqua è un elemento molto interessante per i bambini, quasi tutti ne sono attratti e affascinati; molteplici sono i giochi che possiamo proporre: dal lavaggio dei vestitini per le bambole, ai giochi con le spugne,ai travasi con materiali di recupero:bottiglie, bicchieri, imbuti, tazze, vaschette. Tutto deve essere facilmente maneggiabile e sicuro per garantire sicurezza ed esperienze gratificanti. L'acqua diventa così strumento di socializzazione, di scoperta, di creatività, di conoscenza, di divertimento ed infine di benessere totale. 

 

 

 

 

Leggi tutto...